Ristrutturazione e nuova costruzione

07 dic
7 dicembre 2016

Il TAR Marche precisa che erroneamente il comune qualifica come ristrutturazione un intervento che comporta l’innalzamento della linea di gronda e un aumento del volume, in quanto l’intervento configura una nuova costruzione, soggetta alle disposizioni del vigente PRG in materia di nuove costruzioni, compreso il rispetto delle distanze.

Il fatto che l’innalzamento sia giustificato da ragioni igienico-sanitarie non cambia la questione.

Post di Dario Meneguzzo – avvocato Read more →

PAS ex art. 6 decreto legislativo 28/2011

07 dic
7 dicembre 2016

Segnaliamo una sentenza del TAR Marche, che esamina alcune questioni relative a un progetto per l’installazione di un generatore eolico della potenza di 50 Kwp, soggetto alla procedura abitativa semplificata (PAS), prevista e disciplinata dall’articolo 6 del decreto legislativo numero 28 del 2011.

In particolare il TAR affronta alcune questioni in materia di distanze e precisa che la mancanza della prova del titolo di disponibilità del sito, non essendo richiesta dalla legge quale requisito della domanda,  non osta al meccanismo di formazione del silenzio assenso.

Post di Dario meneguzzo – avvocato Read more →

Omessa indicazione di una condanna

07 dic
7 dicembre 2016

 

L’omissione della indicazione di una condanna comporta l’esclusione dalla gara di appalto: così ha deciso il Consiglio di Stato.

Post di Gianmartino Fontana – avvocato Read more →

ATI: quote di partecipazioni e quote di lavori

07 dic
7 dicembre 2016

Il T.A.R. fa il punto sugli approdi giurisprudenziali, anteriori alle recenti novelle legislative, in materia di corrispondenza tra quote di partecipazione e quote di lavori

Post di Matteo Acquasaliente – avvocato Read more →

Circolare mensile per l’impresa n. 12/2016

07 dic
7 dicembre 2016

Pubblichiamo la circolare mensile per l’impresa n. 12/2016, predisposta da Società & Professionisti srl di Malo (VI). Read more →

L’ordine di demolizione è un atto dovuto

06 dic
6 dicembre 2016

Il T.A.R. Bolzano, con una articolata sentenza,  ricorda che l’ordine di demolizione è un atto dovuto che, a pena di illegittimità, deve essere notificato al responsabile dell’abuso.

L’omessa notifica all’attuale proprietario, invece, impedisce solo l’acquisizione dell’area al patrimonio comunale in caso di inottemperanza.

Questo provvedimento, per di più, non richiede una motivazione estesa, salvo che sia intercorso un notevole lasso di tempo e che le opere abusive siano c.d. opere minori.

 Post di Matteo Acquasaliente – avvocato Read more →

L’uso collettivo delle acque prevale sull’uso privato industriale o commerciale

06 dic
6 dicembre 2016

Il TAR Marche indica le disposizioni di legge dalle quali i evince che l’uso collettivo dell’acqua pubblica, quando concorre con l’uso privato
industriale o commerciale, gode in via di principio di un’indiscussa prerogativa di priorità o prevalenza.

Post di Dario Meneguzzo – avvocato Read more →

Le acque minerali e lo sfruttamento delle acque sorgive non rientrano nella giurisdizione del TSAP

06 dic
6 dicembre 2016

Segnaliamo una sentenza del TAR Molise in materia di sfruttamento delle acque minerali.

Post di Dario Meneguzzo – avvocato Read more →

ANAC: linea guida n. 5

06 dic
6 dicembre 2016

Segnaliamo che sulla G.U. n. 283 del 03/12/2016 è pubblicata la DELIBERA 16 novembre 2016  dell’ AUTORITA’ NAZIONALE ANTICORRUZIONE recante l’approvazione delle: “Linee guida n. 5, di attuazione del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, recanti «Criteri di scelta dei commissari di gara e di iscrizione degli esperti nell’Albo nazionale obbligatorio dei componenti delle commissioni giudicatrici».”

http://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2016-12-03&atto.codiceRedazionale=16A08347&elenco30giorni=true

geom. Marco Merlo – funzionario comunale

Le sanzioni amministrative sono soggette al principio tempus regit actum

06 dic
6 dicembre 2016

Il T.A.R. ricorda che le sanzioni amministrative (compreso i contributi concessori) sono soggetti al principio del tempus regit actum e non a quello penalistico del favor rei. Nella stessa sentenza si legge che l’omessa indicazione del termine e/o dell’autorità per proporre ricorso non determina l’invalidità dell’atto e che non è necessario che la firma apposta sull’avviso di ricevimento sia leggibile.

Post di Matteo Acquasaliente – avvocato Read more →

© Copyright - Italia ius | Diritto Amministrativo Italiano - mail: info@italiaius.it - Questo sito è gestito da Cosmo Giuridico Veneto s.a.s. di Marangon Ivonne, con sede in via Centro 80, fraz. Priabona 36030 Monte di Malo (VI) - P. IVA 03775960242 - PEC: cosmogiuridicoveneto@legalmail.it - la direzione scientifica è affidata all’avv. Dario Meneguzzo, con studio in Malo (VI), via Gorizia 18 - telefono: 0445 580558 - Provider: Widestore S.r.l. P.I./C.F. 01497070381 - Sede Legale Via Gulinelli, 21/a - 44122 Ferrara

Hit Counter provided by Los Angeles Windows